Vai al contenuto

CAMMINARE NELLE SUE SCARPE…

#walkinhershoes #IWD2021

Azione globale per la Giornata internazionale delle donne - 8 marzo 2021

Sentiamo il bisogno di imparare a "Camminare nei panni delle altre" nel nostro pellegrinaggio per la uguale dignità e pari diritti nella Chiesa, insieme alle donne di tutto il mondo. 

A causa del virus non possiamo camminare insieme fisicamente, ma possiamo fare un pezzo di strada pensando alle nostre esperienze e a quelle delle nostre sorelle. Per questo vi invitiamo a percorrere un cammino che significa molto per voi o a percorrere consapevolmente il cammino abituale verso la chiesa come un pellegrinaggio.  Camminare, però, "nei panni" di un'altra donna, lasciandosi commuovere dal bisogno di dignità e uguaglianza ovunque nel mondo.

Per esempio, nei panni della ...

- Donna che nella Chiesa amazzonica presiede la comunità, battezza, seppellisce, predica e condivide il pane

- Teologa la cui vocazione al sacerdozio non è nemmeno esaminata dalla Chiesa 

- Madre il cui bambino è morto non battezzato decenni fa e che soffriva al pensarlo nel limbo.

- Suora che vorrebbe celebrare l'assoluzione e l'unzione dei malati nella sua comunità anche se nessun prete può venire.

- Suora indiana che lavora per la prevenzione dell'HIV e per gli orfani dell'AIDS.

- donna cattolica africana che si è liberata da un matrimonio con un uomo violento e può partecipare alle funzioni domenicali solo se il suo secondo marito pacifico e i suoi figli restano fuori dalla porta della chiesa

- suora filippina che si batte per l'educazione contro la violenza sulle donne - a rischio della sua stessa vita

- cattolico omosessuale che si impegna in una pastorale arcobaleno contemporanea

- teologa femminista che si ostina a pregare a favore della donna 

- Maria, che canta coraggiosamente l'uguale valore e l'incarnazione di Dio di tutti gli uomini

- Madre che insegna alle sue figlie e ai suoi figli la bellezza del cristianesimo e non fa contorsioni per coprire una chiesa inaffidabile. 

- Madrina che promette al battesimo di stare accanto alla bambina perché viva con pari dignità e pari diritti, così com'è, così come diventerà. 

- Superiora senza diritto di voto nei sinodi dei vescovi.

Prendi due nastri bianchi - uno per te e uno per un'altra donna - o una sciarpa bianca e legali a un ambone della chiesa, alla porta della chiesa o accanto alla statua di Maria. Il bianco è il segno del battesimo e il segno dell'uguaglianza delle donne.

Raccontaci il tuo pellegrinaggio con una foto o un breve video, una foto dei nastri bianchi, del tuo cammino o delle tue scarpe. Le pubblicheremo sulla pagina facebook di Donne per la Chiesa e sui canali social del CWC l’8 marzo. Puoi inviarcele su messenger (https://www.facebook.com/Donne-per-la-Chiesa-1687332491552823 ) o all’indirizzo mail presidente.donneperlachiesa@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *