Vai al contenuto

SEGUIAMO IL CAMMINO: Donne per la Chiesa e altre risorse 4

Condividi con noi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

N. 4 (luglio – settembre 2021)

Continuiamo il cammino nonostante le difficoltà che incontriamo lungo il percorso. Non possiamo tacere la delusione per il rifiuto della CEI alla richiesta di diverse associazioni cattoliche, compresa la nostra, di includere nel Sinodo tematiche tra le quali, la parità di genere e la violenza nella Chiesa (Vds Report n.3). Il Sinodo italiano avverrà nell’ambito delle parrocchie e delle diocesi, mediante la costituzione di gruppi sinodali. Questi ultimi, dovranno intercettare e coinvolgere le persone nel cammino sinodale. Il “Sinodo della sinodalità” e dell’inclusione di tutti, voluto dal Papacomprende anche coloro che si sono allontanati dalla chiesaNoi, di “Donne per la Chiesa” parleremo della partecipazione al Sinodo in occasione dell’Assemblea annuale dell’Associazione prevista per il 9 ottobre prossimo.

La pubblicazione del documento preparatorio al Sinodo, la cui prima fase, dedicata proprio all’ascolto, si aprirà il 10 ottobre prossimo è stata annunciata da un evento on line, a cui hanno partecipato due donne, di cui solo una con diritto di voto. Su quest’ultimo aspetto, si evidenzia che la richiesta delle donne cattoliche tedesche, di dare a tutte le osservatrici il diritto di voto, non è stata accolta. Ciò, avrebbe consentito alle donne, in quanto parte integrante del popolo di Dio, di incidere concretamente sul presente e sul futuro della Chiesa, ponendo le basi per una riforma radicale, divenuta, ormai, non più rinviabileIl cambiamento nella Chiesa non potrà avvenire senza l’avvio di un processo di declericalizzazione, su un piano orizzontale e di ascolto dal basso. In assenza di ciò, le/i credenti che si sono allontanati dalla Chiesa, proprio a causa del clericalismo, non hanno, motivo di rientrarvi. Mai come ora c’è bisogno di “cogliere i segni dei tempi” che indicano la fine della Chiesa immobile, clericale e misogina per fare sì che le belle parole e le buone intenzioni contenute nei documenti sinodali divengano presto realtà. 

Fuori dall’Italia, seppure le condizioni siano più favorevoli, come in Germania, il cammino sinodale tedescoincontra ostacoli nel trovare una piattaforma condivisa di base nell’affrontare la problematica del Governo della Chiesa, mentre viene altresì sollecitata con urgenza la riforma.

In Inghilterra, a Bristol si è svolto nel mese di settembre, un “Sinodo delle donne”, laico ed inclusivo promosso dal gruppo “Root and Branch, in cui sono state affrontate, tra l’altro, tematiche quali, la violenza nella Chiesa e la parità di genere. 

Pierangela Lacomba - Responsabile del progetto

(per sottoporre iniziative, eventi, registrazioni e altro materiale si può scrivere a: p.angela_2020@libero.it)

DONNE PER LA CHIESA

Eventi (incontri ed iniziative):

Episodi Pod Cast “Cristiane a chi? Per un cristianesimo femminista e queer” 

Ep 2: Paola Lazzarini: “Le Donne nella e per la Chiesa” (5 agosto 2021)

L’intervista a Paola Lazzarini, Presidente di “Donne per la Chiesa”, evidenzia, tra l’altro, la sua intuizione nell’aver intercettato il punto di forza delle donne comuni che frequentano le parrocchie e le Chiese, o che se ne sono allontanate e che sono accomunate dalla consapevolezza del mancato rispetto della parità di genere nella Chiesa che ha creato loro profonda insofferenza e disagio. Si tratta di un femminismo cattolico di base, che trae ulteriore forza e sostegno dal suo inserimento in una rete internazionale di donne cattoliche, il “Catholic Women Council”,  che peraltro, “Donne per la Chiesa” ha contribuito a creare, per camminare insieme verso il cambiamento.

Prosegue l’impegno di Donne per la Chiesa in materia di abusi sulle religiose.

Al riguardo si segnala il secondo incontro dal titolo “Il grande silenzio. Due voci di denuncia e di disobbedienza”.Organizzato da: 

“Osservatorio interreligioso sulle violenze contro le donne – OIVD”, “Donne per la Chiesa”,  “Voices of Faith”.

L’esperienza di due ex suore, una tedesca e l’altra italiana (la nostra Presidente, Paola Lazzarini), le quali, con grande coraggio hanno raccontato le rispettive esperienze di abuso fisico e/o psicologico subite nell’ambito di istituzioni ecclesiastiche femminili, e ciò che l’abbandono di queste ultime ha comportato, come processo di liberazione, da un lato, e di crescita personale dall’altro.

https://www.facebook.com/Donne-per-la-Chiesa-1687332491552823/videos/155697656719166

Gruppi Locali:

“Donne per la Chiesa” – Gruppo di Milano -  22 luglio 2021

Dedicato a Santa Maria Maddalena un incontro di letture e meditazioni 

https://fb.watch/7O7zrFr-Zb/

Interessante post sul sito di Donne per la Chiesa (23 agosto) che evidenzia come nuovi studi condotti dalla ricercatriceElizabeth Schrader sul ruolo di Maria Maddalena evidenzino che è stato deliberatamente sminuito dagli scribi biblici per minimizzare la sua importanza.

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=3008781022741290&id=1687332491552823

Assemblea annuale “Donne per la Chiesa” 9/10/2021.

L’Assemblea convocata per il 9 ottobre prossimo si occuperà anche della nostra partecipazione al Sinodo con la richiesta di proposte a tutte/i partecipanti. Nel frattempo seguiamo l’evoluzione delle fasi preparatorie dell’evento in Italia e degli eventi correlati all’estero:

Sinodo Italiano 

Presentazione documento preparatorio al Sinodo

suor Nathalie Becquart

Erano presenti due donne, rispettivamente: Suor Nathalie Becquart, (la prima e unica donna con diritto di voto al Sinodo), Sottosegretaria della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi e la Prof.ssa Myriam Wijlens, Docente ordinario di Diritto Canonico presso l’Università di Erfurt (Germania) e Consultore della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi.

https://www.youtube.com/watch?v=I--f4PxbmVg&t=253s (video)

Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione (Documento)

https://www.vaticannews.va/it/vaticano/news/2021-09/testo-letto-in-italiano.html

da un post di “Donne per la Chiesa”

(RNS Religion News Service:“Il Papa vuole disgregare la gerarchia ecclesiastica ma per le donne potrebbe non essere abbastanza”)

…”Becquart, che potrebbe essere l'unica donna con diritto di voto al sinodo dei vescovi, ha detto che crede che le donne si sentiranno parte del processo decisionale della chiesa sinodale attraverso la sinodalità.

Ma essere parte della discussione potrebbe non essere sufficiente per una nuova generazione di donne che desiderano avere la parità con gli uomini nella Chiesa cattolica. Senza alcuna promessa di costringere il clero maschile a prendere in considerazione i sentimenti dei fedeli, specialmente delle donne, la sinodalità rischia di essere niente più che una conversazione ben intenzionata che può essere altrettanto facilmente liquidata.

"Il discorso finirà mai?" ha detto Phyllis Zagano, una studiosa cattolica statunitense che sostiene la promozione delle donne nella Chiesa, durante un webinar del 10 settembre su sinodalità e donne. L'efficacia della sinodalità "dipenderà dal singolo vescovo", ha aggiunto, indicando le risposte disparate al processo sinodale in diverse diocesi, soprattutto negli Stati Uniti.

"Mentre la cultura occidentale accetta sempre più le donne in posizioni di autorità, la Chiesa non sembra farlo", ha detto Zagano. Il clericalismo, la convinzione del clero e dei fedeli che coloro che sono ordinati hanno più autorità, è "pronto a far deragliare l'intero processo se la voce del popolo non viene ascoltata attraverso i canali ufficiali".

Naturalmente, canali non ufficiali per far sentire la voce delle donne sono sempre esistiti nella Chiesa, attraverso movimenti e organizzazioni religiose e laiche, ha aggiunto.

È "parte del DNA della gente" oggi aspettarsi che le donne facciano parte delle decisioni, ha detto Ethna Regan, docente di teologia e filosofia alla Dublin City University, in un'intervista con RNS.

Secondo la teologa, il sinodo sulla sinodalità è un'opportunità per la chiesa "di fare davvero qualcosa di nuovo in termini di consultazione, e se non colgono questo momento, non hanno fede nello Spirito Santo!"

"O credi che lo Spirito Santo sia operativo attraverso il popolo di Dio e che possiamo imparare gli uni dagli altri, o non lo credi. È così semplice", ha detto.

Il cammino sinodale italiano:

Avvenire (30 agosto 2021)

Da quest'anno al 2022 protagoniste diocesi, parrocchie e movimenti. In ogni diocesi nasceranno i «gruppi sinodali» aperti anche ai lontani. Durante il Giubileo la grande assemblea nazionale

https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/cammino-sinodale-italiano-il-calendario-e-le-tappe?fbclid=IwAR0xLupeNZW05Ty2fqYHQZN8V2rWnKrw1Cx6w8tOXlF3AJF4VNa6Tx9xyh

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO
AI FEDELI DELLA DIOCESI DI ROMA

Aula Paolo VI
Sabato, 18 settembre 2021

…“Il percorso sinodale incentrato sul tema: “Per un Chiesa sinodale: comunione, partecipazione, missione»: tre pilastri….la fase diocesana è molto importante, perché realizza l’ascolto della totalità dei battezzati, soggetto del sensus fidei infallibile in credendo”…

https://www.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2021/september/documents/20210918-fedeli-diocesiroma.html

Serena Noceti: La Sinodalità dimensione della Chiesa

http://www.centroorientamentopastorale.it/organismo/2021/09/07/noceti-perche-sia-sinodale-dinamiche-di-comunicazione-pluridirezionali-in-forma-asimmetrica/?fbclid=IwAR2Vp6DEZWwsjTVwArZhzZjiinvWkIziBGCGv-MsiP9fqhUex8p3ujp0Ws0

Valentina Sancini e Chiara Zambo: DAL BASSO, INSIEME

10 passi per una Chiesa sinodale

https://www.facebook.com/photo/?fbid=962589344303121&set=a.118275188734545

Il Sinodo all’estero: reazioni, difficoltà e novità.

Germania

Le donne tedesche sul piede di guerra, al Papa chiedono il diritto di voto al Sinodo

Le donne tedesche della Federazione Femminile cattolica “KDFB” la seconda associazione cattolica in Germania (180.000 socie) hanno chiesto (6 settembre) al Papa il diritto di voto al Sinodo per tutte le donne osservatrici.

https://www.ilmessaggero.it/vaticano/germania_vaticano_papa_francesco_donne_voto_sinodo_diritto_sacerdozio_riforme-6179364.html

La risposta del Card Grech: Invochiamo lo Spirito Santo

La risposta del Card Grech, Segretario Generale del Sinodo è stata evasiva ed insoddisfacente, sia nel minimizzare l’importanza del voto, questione peraltro sollevata dalle donne anche in occasione dei due precedenti Sinodi, dei giovani e sull’Amazzonia, sia nel sottolineare che nel Sinodo non c’è democrazia e nell’evocare, come soluzione, l’intervento dello Spirito Santo. 

https://www.ilmessaggero.it/vaticano/vaticano_donne_papa_francesco_sinodo_corruzione_voto_mind_the_gap-6181135.html?fbclid=IwAR2g_MVpsNSQvFfOEUgW3Yq34OtYe_BiSynGhtGPCTUT3uc-ABijbXf4L9E

 

Il Sinodo tedesco è spaccato sulla questione del governo della Chiesa

"Sul fatto che nella Chiesa qualcosa (molto) debba cambiare perché l’abuso di potere non abbia spazio, sono d’accordo tutti. Più difficile diventa la questione quando si deve passare al “quanto” o al “cosa” cambiare. Lo dimostra l’esito del dibattito all’interno del Forum del Cammino sinodale tedesco dedicato a “potere e separazione dei poteri”, uno dei quattro gruppi tematici impegnati a elaborare un testo che serva da piattaforma condivisa per la richiesta di una riforma. Oltre al “testo base”, infatti ("Potere e separazione dei poteri nella Chiesa. Partecipazione congiunta e partecipazione alla missione"), ne circola uno alternativo (“Responsabilità e potere”) redatto da quattro membri del Forum che accusano il primo di essere basato su ipotesi teologiche inconciliabili con la Chiesa universale”.(Adista)

Da un post di “Donne per la Chiesa”:

 (National Catholic Reporter:“L'assemblea plenaria dei vescovi tedeschi è iniziata con appelli urgenti per la riforma della chiesa”)

L'assemblea plenaria dei vescovi tedeschi è iniziata con appelli urgenti per la riforma della chiesa e un richiamo a prestare attenzione agli ammonimenti di papa Francesco.

 Il vescovo Georg Bätzing, presidente della conferenza, ha invitato tutti i vescovi ad abbracciare un cambiamento radicale, ha riferito l'agenzia di stampa cattolica tedesca KNA. Ha detto che sono necessari presto cambiamenti visibili nel progetto di riforma della chiesa tedesca del Cammino sinodale, che potrebbe essere un "apriporta" per il processo sinodale mondiale lanciato dal papa.

Nel frattempo, l'arcivescovo Nikola Eterovic, ambasciatore del papa in Germania, ha ripetutamente esortato i vescovi a preservare l'unità della Chiesa ea seguire le direttive del papa.

All'inizio dell'assemblea del 20-23 settembre, i gruppi di riforma cattolici e le associazioni femminili hanno tenuto manifestazioni per chiedere riforme rapide e fondamentali, avvertendo che solo così la Chiesa può ristabilire la propria credibilità.

Bätzing ha invitato i suoi colleghi vescovi a concordare che sono necessari cambiamenti radicali nel modo in cui lavorano e nella loro comprensione del loro ministero. Nel suo sermone al servizio di apertura, il vescovo del Limburgo ha criticato il modo in cui alcuni vescovi hanno agito in preparazione dell’assemblea sinodale del 30 settembre-2 ottobre, parte del Cammino sinodale, un tentativo di rivitalizzare la chiesa e ripristinare la fiducia a seguito di un rapporto commissionato dalla chiesa del settembre 2018 che ha dettagliato migliaia di casi di abusi sessuali da parte del clero cattolico in sei decenni.

 
https://www.ncronline.org/news/world/german-bishops-plenary-assembly-begins-appeals-church-reform?fbclid=IwAR2MNzWynBtduRFYE1fiQm0J0-ZUnyZCMm8I3EIdfokJVRy2Snq9XvDZ5pM

Inghilterra

Adista:“Bristol, le donne cattoliche al centro di un sinodo tutto laico”

https://www.adista.it/articolo/66566

LE ALTRE RISORSE

Teologia Femminista 

Coordinamento Teologhe Italiane (CTI):

SECONDO CORSO DI TEOLOGIA DELLE DONNE– Iscrizioni dal 1° settembre 2021 inizio del corso: 30 settembre 2021

PIME: Seminario teologico internazionale – Studio teologico su Maria Maddalena

https://www.facebook.com/photo/?fbid=4372640699481095&set=gm.4299342836838135

Chiesa e sessualità

Le associazioni giovanili tedesche chiedono un cambiamento del magistero cattolico sulla sessualità

Predicazione

Suore San Giuseppe di Chambery (CSJ)

 “INCONTRIAMOCI CON LA PAROLA”, IL COMMENTO AL VANGELO DELLA DOMENICA (CSJ). L’appuntamento settimanale con l’omelia della domenica ci fornisce un punto di riferimento sulla predicazione delle donne della Parola di Dio. (https://www.youtube.com/user/possosognare e https://www.facebook.com/suore.chambery)

In particolare, Suor Maria Giovanna Titone che fa parte di “Donne per la Chiesa,” ha inaugurato un esperimento social mediante la richiesta ai suoi contatti di inviare contributi riferiti alla lettura del Vangelo per camminare insieme condividendo preghiere, meditazioni e riflessioni della Parola di Dio.

Instagram – Twittomelia: Incontro con Selene Zorzi

twittomelia

Fratelli tutti, sorelle tutte

Quattro chiacchiere con la teologa Selene Zorzi su Apocalisse, diversità e dintorni

https://www.instagram.com/p/CULS1-2KZ-W/?utm_medium=share_sheet&fbclid=IwAR3_Gxx2zvBV7xJziShuh2TqBChv3CsxH93XFc_tcb0M9UPReKjjG2Xj1No

Associazioni internazionali

“Voices of Faith”

(www.voicesoffaith.org)

La campagna lanciata da VoF “Sorelle cosa dite?” si concluderà il 21-22 novembre p.v. a Roma ed è incentrata sulle testimonianze delle religiose che chiedono la fine della servitù, della misoginia e del razzismo nella Chiesa.

https://www.facebook.com/voicesoffaithwomen/photos/a.727474643953866/4502921159742510/

“Catholic Women Council”

(https://www.facebook.com/groups/1271654093216381)

Da un post del CWC:

“Tras las huellas de Sophia“ (“Tra le tracce di Sofia - Spazio di riflessione teologica femminista)

La Gaceta de Sophia” (Gazzetta n. 13. Settembre 2021)
Documento preparatorio per il Sinodo 2021-2023.
Donna, Chiesa?
Sforzo condiviso!      

…..“Le donne e soprattutto le femministe di tutto il mondo sono consapevoli della difficoltà di cambiamenti significativi anche dopo la conclusione del Sinodo dei Vescovi nel 2023. Tuttavia, riteniamo anche che la proposta di una Chiesa sinodale offra uno spazio di opportunità da sfruttare al massimo. Si aprono possibilità per le donne di essere ascoltate, valorizzate, riconosciute e prese in considerazione e ancor più incluse nelle posizioni decisionali dell'Istituzione.

Immaginiamo una chiesa di uguali, dove abbiamo voce e voto, in cui possiamo esercitare i nostri diritti e libertà responsabile e dove ci sia spazio per tutti.”

https://www.traslashuellasdesophia.com/so/edNllI18a?languageTag=en&fbclid=IwAR2Wst-tW-mF5HFA8h-e7craGd3Ra5CM-HoU4gKXziIkyHt_mY-0R5rsIvs#/main

Empowerment femminile Nomine di donne ai vertici della Chiesa

Papa Francesco ha nominato nello scorso mese di luglio la professoressa Susan Solomon, scienziata tra le più influenti al mondo, membro della Pontificia Accademia delle Scienze. 

La professoressa Solomon, del Massachusetts Institute of Technology (MIT), ha condotto ricerche pionieristiche sui danni allo strato di ozono antartico ed è stata membro dell'IPCC, contribuendo all'elaborazione del rapporto che ha vinto il premio Nobel per la pace nel 2007 (condiviso con Al Gore).

Un’altra nomina per Suor Alesssandra Smerilli, (26 agosto) Sottosegretaria al Dicastero per lo Sviluppo umano, già peraltro nominata Consigliere dello Stato della Città del Vaticano e Consultore del Sinodo dei Vescovi. 

Vale la pena fare una riflessione sul conferimento di molti incarichi alla stessa persona che, se da un lato ne sottolineano le capacità professionali, dall’altro, privano altre donne, ugualmente capaci, di ricoprire tali incarichi. Inoltre, l’allargamento degli spazi per alcune donne, dovrebbe servire loro anche per sostenere le altre donne nel conseguimento di importanti obiettivi come quello della parità di genere nella Chiesa.

L’Avvocata Alessia Urdan è stata nominata (17 settembre u.s.) Cancelliere vescovile di Gorizia. La nomina acquista rilievo in quanto si tratta di una donna che esercita pienamente ed in prima persona il proprio mandato.

https://www.vaticannews.va/it/chiesa/news/2021-09/nomina-cancelliere-diocesi-gorizia-urdan-vescovo-redaelli.html?fbclid=IwAR3KEz0bndB7UotUGNAndeKnnfAAQwvHRUkpkK44yBTJOWk3aNQ9utUjTtM

PUBBLICAZIONI E LIBRI 

Jesus San Paolo: Le Straniere

“Sul numero di Jesus di settembre debutta la nuova rubrica “La straniere”, curata da Federica Tourn dedicata a dare voce a donne credenti (non solo cattoliche) per proporre idee, riflessioni ed esperienze che esprimano il punto di vista femminile sulla Chiesa. Questo mese incontriamo la biblista francese Paule Zellitch”. (da un post di Piera Baldelli):

Lo Spirito soffia dove vuole non soltanto sul clero

https://www.facebook.com/piera.baldelli/posts/4337710036307495

John Shelby Spong: “Incredibile” 

Interessante libro del Vescovo della Chiesa episcopale statunitense, nel cui ambito peraltro, vi è una parità di genere in tutti gradi dei ministeri ordinati. Spong, impegnato nella riforma del cristianesimo, indica nelle sue 12 tesi il superamento del “teismo” come unico modello per cogliere l’essenza di Dio, e vede nel post-teismo e nel non teismo la possibilità di entrare in contatto con la Divinità nella realtà della quotidianità, seguendo l’esempio d’amore di Gesù. 

https://nuovacristianita.wixsite.com/website/post/le-12-tesi-appello-a-nuova-riforma-introduzione?fbclid=IwAR1cHPBvRwIm1Rgz6nWCHK4wXkrJvi8_VcYMVWWAZ1V5IMJhmByAQbh8BA0


Condividi con noi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *