Vai al contenuto

di Maria Ilaria de Bonis

Se la condizione dei laici nella Chiesa migliora, necessariamente migliorerà anche quella delle donne. Un tempo l’espressione usata era donna, uguale laico al quadrato; oggi questa metafora matematica si arricchisce di qualche sfumatura in più. A parlarcene sono due teologhe: Marinella Perroni e Simona Segoloni Ruta, entrambe del Coordinamento teologhe italiane.

...continua a leggere "NUOVO PROTAGONISMO FEMMINILE: LAVORI IN CORSO"

Nella Chiesa quelle che vengono definite famiglie numerose (dai tre figli in su) sono sempre state portate come esempio, per la loro “coraggiosa apertura alla vita”, perché i figli sono una benedizione di Dio e “beato l’uomo che piana ne ha la faretra”… tutto bello e giusto dato che fare figli oggi è una scelta azzardata, che può costare molto e basti pensare a quante famiglie scendono al di sotto della soglia di povertà quando arriva un bambino in più. Per questo se ne fa anche una bandiera per battaglie politiche, giuste o meno, e si portano in giro per le Diocesi a fare testimonianze, utilizzando i figli come biglietti da visita: “madre di quattro”, “padre di cinque” e così via.

...continua a leggere "Dimmi quanti figli hai e ti dirò che cristiano sei"