Vai al contenuto

2

di Chiara Giliberti

Ho una figlia di otto anni che frequenta la terza elementare, già da un po’ è alle prese con l’analisi grammaticale, quella per cui il linguaggio è colto in termini di verbi, articoli, aggettivi e nomi articolati secondo la tassonomia singolare-plurale e maschile-femminile.  La mente dei bambini impara così a cogliere come rilevante la distinzione sessualmente connotata: c’è differenza tra maschile e femminile e questa differenza si riverbera linguisticamente. ...continua a leggere "L’analisi delle bambine non è solo grammaticale"

La crisi morale che la Chiesa sta vivendo sembra continuare ad allargarsi: al rincorrersi delle notizie di abusi compiuti da prelati ai danni di minori e persone in condizione di fragilità, si è aggiunta infatti la rivelazione delle dinamiche perverse di recriminazione e lotte di potere all'interno della gerarchia cattolica ai più alti livelli, come emerge dal vergognoso dossier Viganò, lasciando i fedeli smarriti e inquieti. Il silenzio orante di Papa Francesco rappresenta l'unico appiglio in questo momento di caos nel quale l'esperienza dei fedeli è quella di sentire la terra sgretolarsi sotto i piedi. ...continua a leggere "Le urgenze della Chiesa secondo Padre James Martin"

di don Ferdinando Sudati

Cara Jacqueline,

ti scrivo da anziano prete, lieto della tua vocazione e per la tua determinazione a raggiungerla.

La freschezza del tuo scritto mi ha fatto riandare al tema dell’ordinazione della donna nella Chiesa cattolica. Parlo di “riandare” o ritornare perché avevo deciso, da un certo momento in poi, di relegarlo tra gli argomenti triti, noiosi, inconcludenti, come ho fatto per la questione del celibato dei preti, dell’eutanasia e dell’interpretazione di Amoris laetitia. Dicevo a me stesso: non vale più la pena dedicarvi tempo ed energie. Anche se non lo vedrò, verrà il tempo in cui tutto ciò che ora fa da ostacolo cadrà come un castello di carte. ...continua a leggere "Lettera aperta a Jacqueline Straub (autrice di “Giovane cattolica donna. Perché voglio diventare prete” ed. Gabrielli)"

1

Le recenti dichiarazioni di Monsignor Ladaria, Prefetto per la Congregazione della dottrina della fede, nelle quali si premura di ribadire la chiusura totale e definitiva (parole sue) all’ipotesi di ordinazione presbiterale femminile, non erano senza dubbio necessarie dal momento che la Lettera Apostolica Ordinatio Sacerdotalis di Papa Giovanni Paolo II del 1994 non lasciava già spazio a interpretazioni. Eppure si è voluto ribadire che le donne non potranno mai essere ordinate perché il genere maschile appartiene alla “sostanza del sacramento”. Perché? ...continua a leggere "Le dichiarazioni di Mons. Ladaria e le fragilità svelate delle donne cattoliche"